I Volti


Sarzana, 1966. “Eravamo quattro ragazzi nati tra il 1948 ed il 1951 e, appena liberi dagli impegni scolastici, ci incontravamo per strimpellare chitarre e tamburi tentando di emulare i gruppi musicali del tempo, anzi i “complessi” come venivano chiamati allora, all’ultimo piano di un appartamento sito nel palazzo prospiciente Piazza Matteotti, all’angolo con Via Mazzini.”
Nascono così i “I VOLTI” con Gianni Morachioli alla batteria, Piero Bagnone al basso, Gianni Giappichini alla chitarra solista e Claudio Torlai alla chitarra ritmica.
Al gruppo iniziale si aggiunge la voce potente ed estesa di Vincenzo Mattia che diviene il cantante ufficiale.
Il complesso suona pop, rock, allora chiamata musica beat e ballabili presentando un repertorio per tutti i gusti.
Il debutto avviene nell’autunno del 1966 al dancing Eros località San Michele.
In quel periodo nella sola Sarzana nascono parecchi gruppi; ricordiamo: gli H2SO4, i Monelli, i Giacobini, i Pop Musical Group e i Trappers.
Inizia un periodo che vede il nuovo complesso impegnato a suonare in vari locali e balere della zona.
Partecipa ad importanti spettacoli come “Chissà chi lo sa” presentato da Febo Conti nello stadio Miro Luperi di Sarzana ed al primo tour italiano del cantante italo-belga Salvatore Adamo; lo spettacolo era presentato dal noto Renato Tagliani.
Il complesso si fa notare ottenendo un notevole consenso di pubblico al Teatro Impavidi di Sarzana all’ottavo “Festival del cantante” presentato dalla bravissima e stupenda Aba Cercato.
A giugno del 1967, I Volti sono al Palasport di Genova nel ruolo di gruppo spalla dei Rokes. Conoscevamo e suonavamo tutte le loro canzoni e quella sera Gianni Morachioli, causa l’assenza del titolare, accompagna i Rokes alla batteria.
Dopo Genova e la pubblicazione delle foto del concerto sulla rivista a tiratura nazionale il complesso è impegnato a suonare in quattro locali diversi: a Lerici, Fiumaretta, Marina di Carrara e Marina di Pietrasanta.
Partecipa al concorso musicale per nuovi talenti “La maschera d’oro” a Carrara e alla finale nazionale al “Giardino d’Inverno” di Parma dove arriva al terzo posto.
Più tardi suona all’Alhambra, storico e rinomato locale di Sarzana, come gruppo spalla dei Profeti.
Ma verso la fine del 1968, anche Guido lascia il gruppo. Basta chitarristi solisti che poi si dissolvono! Inseriamo nel gruppo Mauro di Ceparana, tastierista e proseguiamo il cammino. Ricordiamo con piacere di quel periodo un veglione di fine anno all’Hotel Signorino sulla Porrettana e uno della Pentolaccia sempre nello stesso locale.
Ma a metà dell’anno successivo, parliamo del 1969, finisce l’avventura dei VOLTI perchè i giovani componenti del gruppo sono alle prese con gli studi e l’esame di stato.
_____________________________________________________

Per richiedere l’accesso alla documentazione completa o agli ascolti, consultare la pagina Dove siamo.
PAGINE DI PROVA – SITO IN COSTRUZIONE

I Commenti sono chiusi

Musicisti
Gruppi
Periodi