Società dei Concerti della Spezia

Il 29 settembre 1969 un gruppo di musicofili spezzini, animati dal desiderio di diffondere la cultura musicali sul territorio locale, costituirono la Società dei Concerti della Spezia, la cui direzione artistica è affidata, attualmente, al M° Bruno Fiorentini. Dal momento della sua rifondazione la Società dei Concerti ha fornito alla cittadinanza circa 1.200 concerti e 50 occasioni di incontro e di discussione con musicologi e compositori contemporanei.
Inoltre, la Società dei Concerti ha offerto alla città e al suo Conservatorio di Musica l’occasione di incontrare i principali compositori contemporanei, in occasione di concerti monografici ad essi dedicati nel corso dei quali sono state spesso eseguite prime assolute delle loro opere.

Dal 1998 la Società dei Concerti svolge la sua attività non solo nella città e nella provincia della Spezia, ma l’ha estesa anche alle altre province liguri, nel quadro del progetto interprovinciale della regione Liguria, offrendo al pubblico non meno di 40 concerti per anno solare. L’attività concertistica si è tradizionalmente articolata nella programmazione di:

- Stagione Invernale di Concerti, al Teatro Civico
- Festival Internazionale del Jazz, la più antica rassegna del genere in Italia
- Concerti estivi, in città e in provincia, cui fa capo la rassegna I Luoghi della Musica
- Festival Paganiniano di Carro

Nei 1986 la Società dei Concerti ha istituito il Premio San Michele, un riconoscimento che viene annualmente conferito dal sindaco della Spezia a personalità di spicco della cultura musicale italiana; dalla sua istituzione sono stati premiati, tra gli altri, Ennio Morricone, bruno Canino, Salvatore Accardo, Uto Ughi e Claudio Scimone.
Dal 1988 al 1991 la Società dei Concerti ha organizzato, con il contributo della Cassa di Risparmio della Spezia, i Corsi Speciali di perfezionamento Musicale, tenuti dai maestri Giuseppe Garbarino, Piero Farulli, Felix Ayo, Giorgio Zagnoni, Siegfried Pal, Rudolf Barshai, nella splendida villa Marigola, Centro Studi dell’istituto di credito, cui hanno partecipato in media circa 60 allievi provenienti da diversi paesi del mondo; essi, insieme ai docenti, davano vita alla Festival Orchestra di villa Marigola che, con la sua attività, si inseriva opportunamente nella politica a favore dei giovani concertisti svolta dalla Società dei Concerti. All’attivo di questa politica sta la nascita di diversi gruppi strumentali spezzini e professionisti che operano come solisti o appaiono inseriti in importanti orchestre stabili. Nell’estate del 1995 la Società dei Concerti ha organizzato, nella sede del conservatorio di Musica,un Campus di musica rinascimentale e barocca tenuto da Catharina Meintz, James Caldwell, José Vasquez, Annegret Siedel, Lynn Dickinson e William Horn, Campus che ha avuto numerose adesioni di allievi provenienti da Italia, Germania, Austria, Olanda e Stati Uniti. Dal 2002 la Società dei Concerti ha dato vita al Festival paganiniano di Carro. Il Festival si articola su di un ciclo di concerti estivi dedicati al virtuosismo strumentale, diffusi su tutto il territorio della Val di Vara. Il Festival ha il suo cuore a Carro, patria della famiglia di Nicolò Paganini, dove si trova ancora la casa; interessa il territorio di oltre 10 comuni, tanto da costituire un vero e proprio distretto musicale, purtroppo non ancora istituzionalizzato.
Infine, per le attività collaterali svolte dalla Società dei Concerti, va segnalata la produzione di pubblicazioni editoriali: Trent’anni suonati, repertorio completo di tutta l’attività svolta dal 1969 al 1999; Giacinto Scelsi: viaggio al centro del suono, studio sull’opera del compositore spezzino, composto da saggi di vari autori e curato da Nicola Cisternino e Pierre Albert Castanet, docente di Storia della Musica Contemporanea presso l’Università di Rouen e di Analisi Musicale al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi. Il volume è stato presentato, dal maggio 1993 all’ottobre 1994, alla Spezia, Bologna, Venezia e Roma. Nel 2001 è stata presentata una riedizione con l’aggiunta di nuovo saggi critici, tra cui uno studio sugli organi storici della provincia della Spezia curato dall’organista Sergio Chierici.
La stessa Società pubblica il bimestrale di musica e cultura Il rigo musicale, che viene inviato gratuitamente agli appassionati delle diverse arti, e la collana dei Quaderni, dedicata alla divulgazione di argomenti a carattere musicale; ha inoltre prodotto incisioni discografiche per la Nuova Era, tra i quali i CD dedicati all’opera di Gianfrancesco Malipiero e Alfredo Casella, e un doppio Cd realizzato dal pianista Piero Barbareschi con il quartetto Elisa.
L’Archivio della Società dei Concerti onlus, per la sua importanza storico-documentaristica, è stato vincolato dalla Soprintendenza ai Beni Archivistici della Liguria.

PAGINE DI PROVA – SITO IN COSTRUZIONE

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Musicisti
Gruppi
Periodi