CIDALE Matteo

imageNato alla Spezia nel ’90, inizia a suonare la batteria all’eta’ di 3 anni. Studia privatamente con il maestro Paolo Cozzani il suo strumento fino all’eta’ di 17 anni, vince numerose borse di studio ”Concorso Nazionale per Giovani Musicisti” con voti superiori a 98/100. Sperimenta tutti i tipi di generi dal rock,pop,funky e folk, ma la passione è per il jazz. Alla fine del 2007 inizia la collaborazione con Leonardo Corradi , oggi considerato uno dei migliori talenti dell’ organo hammond.  Inizia a frequentare importanti seminari jazz, tra cui ”We Love Jazz” con Jimmy Cobb e Byron Landham (quest’ ultimo colui che lo ha portato ad un cambiamento ed a un miglioramento stilistico/jazzistico). Ha seguito corsi di improvvisazione e struttura del brano con Alberto Marsico, Benny Golson e Giò Rossi.

Nel novembre del 2008 partecipa come ospite assieme a Leonardo Corradi , ai 50 anni di carriera del batterista jazz ”Gianni Cazzola” accompagnando musicisti come, Guido Manusardi, Francesco Lento, Mattia Cigalini e molti altri…   Nel 2009 frequenta i seminari del ”Tuscia in Jazz” con Francisco Mela e Gegè Munari, sempre nell’ ambito del ”Tuscia in Jazz” partecipa con il gruppo ”Leonardo Corradi quartet”, che si classifica secondo, e Matteo vince il premio ”Jimmy Wood Awards” come miglior batterista, giudicato da una giuria composta da: Kenny Barron, Eddy Gomez, Francisco Mela, Gegè Munari, Bobby Watson, Dado Moroni, Shwann Monteiro, Giorgio Rosciglione, Ray Mantilla, Flavio Boltro e Italo Leali (Presidente del Tuscia in Jazz).  Festival e Rassegne: ”Pistoia Blues Festival”, ”Parma Festival”, ”Musicastrada”, ”Tuscia in Jazz”, ”Light house Jazz”,  ”Bagnoregio Jazz Festival”, ”Canepina Jazz”, ”Roma Gospel Festival”, ”Narni Black Festival”, ”Pesaro Jazz Festival”, ”Roma Jazz Festival”.

Ha collaborato e suonato con: Jerry Weldon, Jesse Davis, Benny Golson, Paul Bollenback, Kengo Nakamura, Wess Anderson, Tony Monaco, Kurt Rosenwinkler, Bobby Watson, Shwann Monteiro, Massimo Farao’, Antonio Ciacca, Dado Moroni, Simone Daclon, Fausto Ferraiuolo, Massimiliano Rolff, Mattia Cigalini, Andrea Imparato, Alberto Marsico, Gianni Cazzola, Francesco Lento, Alberto Benicchi,Luciano Milanese, Aldo Zunino, Humberto Hamesquita, Pasquale Grasso, Beppe Landi, Luigi Grasso, Alfredo Ferrario, Luca Begonia, Emiliano Vernizzi, Luigi Tessarollo, Claudio Chiara, Marco Panascia, Gendrickson Mena,Guido Manusardi, Flavio Boltro, Roberto Piccolo, Francesca Bertazzo, Diego Borotti,Claudio Tuma, Guido Ponzini, Matteo Adabbo, Dirk Shaaddt, Alberto Gurrisi, Larry Franco, Alessio Menconi, Ilario De Marinis, Roberto Piccolo, Renato Sellani, Antonio Ferlito, Fabrizio Bosso, Neil Leonard, Giuliano Perin, Massimo D’ Avola, Lucio Ferrara, Aldo Bassi, Karl Potter, Enrico De Trizio, Giovanni Sanguineti, Alessandro Collina, Dave Liebman, Renato D’Aiello, Sandro Savino, Eugenio Macchia, Riccardo Biseo, Dario Deidda, Massimo Moriconi, Giorgio Rosciglione , Dario Rosciglione , Francesco Puglisi, Fabio Zeppetella, Antonello Vannucchi, Max Ionata e molti altri .  Ha fatto parte del progetto ”Funk It Up” con il percussionista italo/americano Karl Potter e il trombettista romano Aldo Bassi.  Progetti propri: è leader del quintetto a suo nome, dove fanno parte Marcello Picchioni al piano, Manuel trabucco al sax, Daniele Raimondi alla tromba e Enrico Mianulli al basso.Il quintetto Matteo Cidale quintet ha vinto il ”Jimmy Wood Awards 2010” come Miglior gruppo nell ambito del Tuscia in Jazz.Si sono esibiti lo scorso novembre all Auditorium ”S.Cecilia di Roma, in occasione del ”Roma Jazz Festival”, nella serata dedicata ai migliori gruppi.’

Premi e riconoscimenti: nel 2001,2002 e 2003 vince il Concorso Nazionale per giovani musicisti.Nel 2009 vince il ”Jimmy Wood Awards” come migliore batterista. Sempre nel 2009 riceve il riconoscimento dalla Regione Liguria e dalla Fondazione Regionale per la cultura e spettacolo con la dicitura: ”A Matteo Cidale Miglior batterista, capace di promuovere con Swing la cultura e lo spettacolo Ligure nel Mondo.Nel 2010 vince il ”Jimmy Wood Awards” come miglior batterista.

Attività Didattica:ha svolto per circa quattro anni anni l’ attività di didatta presso la scuola ”La nuova musica” di La Spezia.

Attualmente è insegnante aggiunto presso la scuola Centopercento musica di Roma . Vive da circa due anni e mezzo nella capitale, è direttore artistico del Charity Café, uno tra i più importanti jazz club di Roma . Hanno detto di lui: ”Cosi giovane e già pieno di Swing” (Gianni Cazzola). ”Già una realtà del Jazz italiano” (Luciano Milanese).

Nel 2011 viene colpito da una malattia Guillain Barrè che lo costringe alla paralisi totale . Nel 2013 organizza presso il Teatro Civico un concerto di raccolta fondi per l acquisto di un separatore cellulare .  Alla serata partecipano venti dei migliori musicisti jazz italiani, con il sold out del Teatro Civico.

________________________________________________________________

I Commenti sono chiusi

Musicisti
Gruppi
Periodi