Banda Musicale G.Puccini

image009La Banda musicale “G. Puccini” di Migliarina è un patrimonio da salvaguardare.
Nata agli inizi del XX secolo cone “Santa Cecilia” e mutato il nome nel dopoguerra 1940/45, ha accompagnato da oltre un secolo le vicende piccole e grandi della nostra comunità migliarinese e spezzina verace, caratterizzata da momenti brillanti seguiti a gravi crisi. Per questo ed altri motivi la sua esistenza difficile è vincolata dall’impegno settimanale dei musicanti, a quello dei dirigenti, all’aiuto morale e materiale della popolazione.
La storia della nostra banda musicale si identifica con l’anima popolare della COmunità, capace di interpretare i sentimenti della gente nei momenti di gioia e di dolore.
Esa ha ritmato il passo mesto dei funerali, ha fatto esultare i cuori nelle feste patronali di San Giovanni, Sant’Anna, San Pietro ed altre ricorrenze religiose in tutta la Provincia. Ha invitato al raccoglimento e all’amor patrio nelle feste patriottiche e civili, ha portato gli auguri di Natale e salutato il nuovo anno con il tradizionale giro nelle vie cittadine, ha fatto da splendido accompagnamento musicale alle sfilate del Carnevale, portando allegria e gioia a grandi e piccini, celebrato concerti di successo  nelle piazze, nelle chiese e nei teatri. Ha inoltre portato le tradizioni musicali e culturali della nostra terra in altre regioni italiane, allacciando gemellaggi di cui hanno parlato spesso i giornali.
La banda “G. Puccini” di Migliarina è gemellata con l’omonima di Vezzano Ligure, con la “Monterossina”, con la “G. Bartoli” di Chiuppano (Vicenza) e la “Monte Lemerle” di Cesuna (Asiago). Inoltre ha ritmato la marcia degli Alpini nei raduni nazionali alla Spezia (1985) e nei raduni di Cremona, di Brescia e di Genova. Nel giugno del 2011 ha celebrato in Piazza Concordia a Migliarina il centenario dell’Unità d’Italia ricevendo plauso e medaglia ricordo dalla Presidenza della Repubblica. E ricordiamo che nel lontano 1961 aveva suonato durante la celebrazione del cinquantenario dell’Unità nell’allore Cinema Italia (sotto la chiesa) a Migliarina.
Vogliamo anche ricordare la Filarmonica di Migliarina dagli anni ’70 agli anni ’90 ha svolto attività musicale e culturale, collaborando con “I Ragazzi di Migliarina” in tantissime occasioni: Carnevale Migliarinese, Carnevale al Favaro, al Limone, a Mazzetta, in città le favolose sfilate coi carri, rispolverando le tradizioni dei carnevali spezzini al suono delle musiche dal M° Eugenio Giovando, prima fra tutte l’inno “Belle Spezia”, che ripropone anche oggi nelle varie manifestazioni cittadine, quali il “Palio del Golfo” e il Carnevale organizzato dalle scuole medie ed elementari del Favaro.
Ricordiamo anche che la “G. Puccini ha sempre presenziato ai raduni delle varie bande musicali durante il “Giugno Migliarinese” che l’Associazione “I Ragazzi di Migliarina” organizzava negli anni 1970, 1980 e 1990.
La banda musicale è l’anima di Migliarina e la gente del quartiere ama veder sfilare per le vie il proprio complesso bandistico.
In esso suonano gomito a gomito adulti, giovani, anziani e anche ragazze: una bella rappresentazione di un dialogo tra le generazioni ed i ceti sociali, un sentirsi comunità nel pieno senso della parola. La banda è una grande famiglia che nel corso degli anni ha avuto le sue traversie, armonie e litigi, fasi di sviluppo e crisi, speranze e delusioni, come accade in ogni famiglia. è doveroso a questo punto ricordare persone di valore che ne hanno fatto parte e per decenni hanno svolto la loro opera disinteressata e appassionata al servizio della Filarmonica: Sergio Canalini, dagli anni ’50 maestro e dirigrnte del gruppo, che è da pochi anni scomparso lasciando un vuoto incolmabile. Né va dimenticato il Presidente Marcello Raggi, che ha fatto parte della banda sin dagli anni trenta e vi è rimasto sino alla morte, alla bella età di oltre novant’anni. Né va dimenticato CIro Gelardi, bravissimo musicante e dirigente per tanti anni del complesso. A questo punto viene da chiedersi come sarà il futuro della Filarmonica: le prospettive non sono rosee. Gli anni passano, i musicanti invecchiano e spariscono poco a poco, i giovani sono allettati da mille altri interessi che non la musica e scarsi sono gli allievi. Gli aiuti economici sono pressoché nulli e i musicanti devono sobbarcarsi le spese di viaggio. Necessita una divisa decorosa e qualche aiuto consistente per dotarne il complesso. I maestri Paolo Zuccotti e Mario Zambelli prestano la loro opera gratuitamente, e con passione e competenza seguono i pochi allievi e la preparazione del programma per servizi musicali futuri e concerti vari. Il programma varato recentemente per l’anno 2013/14 è pieno di impegni, tutti al servizio della Comunità. La scuola media Alcide Cervi del Favaro offre la sua preziosa collaborazione con grande disponibilità mettendo a disposizione la sede per le prove e l’attività musicale. Il reverendo Don Italo Sommi da tempo offre la sua collaborazione con disponibilità e simpatia. Gli assessori Maurizio Savoncelli e Cristiano Ruggia si stanno adoperando per trovare alla banda una sede appropriata, né va dimenticato il Presidente onorario Massimo Tartarini che segue il complesso con grande disponibilità e collaborazione. Grazie a queste persone la speranza di un futuro migliore non va perduta. In attesa che Enti ed autorità giungano ad interessarsi di questa realtà prima che scompaia, ci permettiamo di rivolgere un appello ai cittadini, alla parte viva della nostra città, affinché ci sostengano e ci aiutino in tutto quello di cui la banda musicale ha bisogno per sopravvivere, crescere e continuare la sua benemerita attività. Per questo lanciamo la campagna “Soci Sostenitori” con una tesserina annuale, con la speranza che i cittadini e i migliarinesi che hanno a cuore la nostra storia e le nostre tradizioni ci aiutino nella nostra opera al servizio della comunità.

——————————————————————

I Commenti sono chiusi

Musicisti
Gruppi
Periodi