Archivi per la categoria ‘Lirica’

Salines Enrico

Enrico Salines (La Spezia, 1911-2003) è stato un compositore italiano di musica operistica, sinfonica e per spettacoli di teatro di parola. Le sue doti musicali e pittoriche si rivelarono già in tenera età, spingendo il padre a fargli intraprendere i primi studi, dapprima in città con Raffaele Romano e poi, su consiglio del maestro Trebbi, direttore della Corale spezzina, a Parma al Conservatorio di Musica “A.Boito”. Leggi il resto di questo articolo »

Unione Corale La Spezia

L’Unione Corale La Spezia è un coro attivo alla Spezia dal 1919. È la più antica istituzione musicale cittadina ed ha avuto nel tempo diversi importanti direttori fra cui i maestri Gabriella Rossi, Mario Fiorentini, Loris Gavarini, Enrico Salines, Domenico Cortopassi, Oliviero Lacagnina, Stefano Federici. Dal 2011 è diretta da Sergio Chierici, che fu pianista e organista della Corale negli anni ’80. Il repertorio spazia dalla musica polifonica classica – sia sacra che profana – all’opera lirica, riservando particolare attenzione alla musica religiosa. Leggi il resto di questo articolo »

Società dei Concerti della Spezia

Il 29 settembre 1969 un gruppo di musicofili spezzini, animati dal desiderio di diffondere la cultura musicali sul territorio locale, costituirono la Società dei Concerti della Spezia, la cui direzione artistica è affidata, attualmente, al M° Bruno Fiorentini. Dal momento della sua rifondazione la Società dei Concerti ha fornito alla cittadinanza circa 1.200 concerti e 50 occasioni di incontro e di discussione con musicologi e compositori contemporanei.
Inoltre, la Società dei Concerti ha offerto alla città e al suo Conservatorio di Musica l’occasione di incontrare i principali compositori contemporanei, in occasione di concerti monografici ad essi dedicati nel corso dei quali sono state spesso eseguite prime assolute delle loro opere.

Leggi il resto di questo articolo »

Conservatorio di Musica della Spezia “G. Puccini”

Il Conservatorio della Spezia inizia la sua attività il 15 gennaio 1979, come sezione staccata del Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova. Fu il compianto M° Mario Fiorentini ad adoperarsi strenuamente perché ciò fosse possibile e a divenire così il primo “Fiduciario” dell’istituzione, sostenuto dall’Amministrazione Comunale, dal Prefetto e da larghi strati della popolazione spezzina. L’apertura del Conservatorio era una notizia lungamente attesa, coronamento di anni di aspettative e desideri della città e risultato degli sforzi congiunti degli amanti della Musica. La convenzione definitiva di apertura, datata 9 gennaio 1979, fu firmata dal dott. Vittorio Armani, funzionario del Ministero della Pubblica Istruzione e dall’Assessore comunale delegato dal Sindaco, Rag. Carlo Lupi. Gli allievi ammessi a frequentare i corsi erano 140, così distribuiti Armonia e contrappunto 5; Organo: 11; pianoforte 45; Canto 11; Violino e Viola 11; Violoncello 8; Contrabbasso 8; Flauto 10; Oboe 8; Clarinetto 13; Tromba 10; Arpa 6; Chitarra 12. Il Conservatorio ha ottenuto l’autonomia nel 1992, sotto la direzione di Tina Zucchellini ed è stato successivamente intitolato a Giacomo Puccini, il grande operista che visse e operò non lontano dalla Spezia (Torre del Lago Puccini è a mezz’ora di automobile da qui) e al quale colpevolmente non era ancora dedicato nessun Conservatorio italiano.

Leggi il resto di questo articolo »

Izzo, Pasquale

Nel panorama musicale delle province di La Spezia e Massa-Carrara, Pasquale Izzo (Taranto, 1908 – Ortonovo, 1990) occupa una posizione di primaria importanza, sia per la sua prolifica attività di compositore, sia per il suo costante impegno nella didattica e nella organizzazione di eventi musicali.
Formatosi nell’ambiente parmigiano, sotto la guida di valenti insegnanti quali Eriberto Scarlino e Luigi Ferrari-Trecate, ha scritto oltre cento lavori appartenenti ai generi più disparati, Leggi il resto di questo articolo »

Bini, Rita

Rita Bini Devoto (1910-2000) è stata una soprano, nata alla Spezia nel giorno di Natale del 1910 al quarto piano della casa di Piazza Cavour, n.1. Leggendo qualche passo del suo diario si evince quanto la musica sia stata importante sin dalla sua più tenera età: «..a cinque anni decisero di togliermi le tonsille e finalmente potevo cantare e forse fu l’inizio del mio destino canoro… cantavo a gola spiegata “Son tornate a fiorire le rose” da sola o assieme alla mamma, che era il mio modello… Leggi il resto di questo articolo »

Musicisti
Gruppi
Periodi