Archivi per la categoria ‘Gruppi’

BERTINI Paolo

Paolo Bertini è nato alla Spezia nel 1959. Ha studiato chitarra “jazz” presso l’accademia privata milanese “Pasquale Stajano”, ottenendone il diploma nel 1975; ha studiato clarinetto presso il conservatorio Niccolò Paganini di Genova, non terminando però gli studi. Attualmente insegna latino e greco presso il liceo classico locale. Nel periodo della scuola superiore è stato per tre anni il sax soprano del Ground Group.

Leggi il resto di questo articolo »

Ground Group

Il Ground Group è un gruppo musicale jazz italiano rimasto attivo dal 1975 al 1987, composto da musicisti spezzini e fondato per iniziativa del sassofonista Andrea Imparato
Il primo nucleo del complesso si forma in occasione della partecipazione ad una rassegna di gruppi musicali spezzini. In quella occasione il pianista Glauco Bionducci venne invitato da Andrea Imparato ad unirsi a lui e a Paolo Bertini, Tiziano Gori e Pier Gavino Capece che già si incontravano col proposito di creare una band genere jazz-rock che si rifacesse al Perigeo, gruppo che stava trovando ampi consensi tra il pubblico giovanile.

Il debutto, prima esibizione ufficiale col nome di Ground Group, avviene il 9 novembre 1975 nella sala della Società di Mutuo Soccorso “Unione Fraterna” suscitando l’interesse del pubblico in quanto unico gruppo a Spezia a praticare i generi bebop, hard bop e modale.
Nei primi concerti, promossi da comitati di quartiere, circoli culturali e partiti politici, Andrea Imparato assume il ruolo inusuale di chitarrista e flautista. La formazione si completa con Paolo Bertini al sax soprano, Glauco Bionducci al pianoforte, Tiziano Gori al basso elettrico e Pier Gavino Capece alla batteria  cui, spesso, si aggiungeva Roberto Danese alla tromba. A seguito dell’abbandono del gruppo da parte di Bertini, Andrea Imparato farà del sassofono, assieme al flauto, il suo strumento principale.
Nel 1978 Riccardo Bionducci, di formazione batterista, si aggiunge all’organico come trombettista. Il gruppo muta la sua configurazione a quella di quintetto tipico dell’hard bop formato da una “front-line” sax-tromba ed una sezione ritmica pianoforte-basso-batteria.
Nel 1979 Fabio Ricco al contrabbasso e Paolo Cozzani alla batteria sostituiscono rispettivamente Gori e Capece.
L’organico si stabilizza definitivamente nel 1980 col passaggio di Riccardo Bionducci alla batteria al posto di Paolo Cozzani per ottenere una maggiore omogeneità di intenti espressivi tra i componenti della formazione. Il cambiamento determina una fisionomia stilistica più definita che porta i suoi membri ad esibirsi alla XII ed alla XIII edizione del Festival Internazionale del Jazz della Spezia e su altri palchi prestigiosi come il Louisiana Jazz Club di Genova ed il Jazz Club “Sperati” di Savona, l’Hop Frog di Viareggio il Jazz Meeting 1982 di Sassuolo, il Festival Jazz 1983 di Pergine Valsugana, la Rassegna Rai 1985 dei Gruppi Liguri, la Rassegna dei Gruppi Emergenti 1985 di Forlì La Coppa del Jazz 1985 organizzata dalla RAI nella sede di via Teulada in Roma e, nuovamente, alla XVII edizione del Festival Internazionale del Jazz della Spezia.
La band si scioglie nel 1987 ed ognuno dei componenti prosegue un cammino individuale nel mondo del jazz.
Il riferimento interpretativo del Ground Group è essenzialmente l’hard bop, un genere più aggressivo rispetto alla tradizione swing e dixieland. I componenti lo interpretano come il “jazz attuale” degli anni settanta, incorporando stile bebop, il suono modale di Miles Davis e John Coltrane e le influenze del Rhythm and blues e della musica soul, senza essere attratti dal contesto della sperimentazione e dell’avanguardia free jazz, allora tanto in voga.

Tratto da https://it.wikipedia.org/wiki/Ground_Group
_________________________________________________________________________________________

Hyperion Ensemble

hyperion-ensemble1-copia-copiaL’Hyperion Ensemble nasce nel 1991 a La Spezia dall’incontro tra alcuni musicisti liguri, con l’intento di esplorare le varie espressioni della sensibilità musicale contemporanea.

Nei suoi 18 anni di attività l’Hyperion Ensemble si è fatto conoscere ad un vasto pubblico, attraverso l’esecuzione di oltre 700 concerti in tutta Europa, con la produzione di diversi spettacoli di Musica-Teatro-Danza, e presenziando a varie trasmissioni televisive in RAI e su reti private. Leggi il resto di questo articolo »

Latte e Miele

“Latte e Miele”: gruppo di rock progressivo fondato a Genova nel 1971, composto inizialmente dal duo Arnaldo Lombardo e Alfio Vitanza e quindi arricchito dall’arrivo di Marcello Giancarlo Dellacasa e Oliviero Lacagnina. Inizialmente, il gruppo apre i concerti dei Van der Graaf Generator e partecipa al Festival Pop di Villa Pamphili nel 1972; in questo anno, esce il loro primo album “Passio secundum Mattheum”, che trae ispirazione alle pagine del Nuovo Testamento; Leggi il resto di questo articolo »

Providence

image008Gruppo di sperimentazione e improvvisazione elettronica, i Providence sono attivi dal 1981 al 1984. Dal 1982 al 1983 autoproducono quattro audiocassette (“Unfixed”, “Events in a black box”, “Under the orchestral zone”, “Uebermensch”) in parte registrate dal vivo, in parte in una sala prove condivisa con altri gruppi (tra i quali i New Deal) ubicata nella sala proiezione di un ex-Cinema Parrocchiale (nel quartiere della Chiappa), in parte in casa dei componenti del gruppo. Le cassette, registrate con mezzi poveri e riprodotte in pochi esemplari, vengono autonomamente distribuite nel circuito internazionale della “mail-art”. Leggi il resto di questo articolo »

Ranxerox

ranxerox-81Band dei primi anni ’80 formata da tre musicisti (Nicola Pini, chitarra e voce; Gianni Parodi, batteria; Alessandro Bronzini, basso) Gianni Parodi e Nicola Pini facevano parte del primo nucleo del gruppo punk Fall Out, al quale si aggiunse per un solo concerto (Sala Dante, dicembre 1980) il bassista Alessandro Bronzini.  I tre in seguito si staccarono dai Fall Out per formare i Ranxerox, dal nome del personaggio dei fumetti di Tamburini e Liberatore. Leggi il resto di questo articolo »

Italian Extravaganza

image002Nascono nel 1984 da un’idea di Pietro Sinigaglia e Nicola Toscano.

Il gruppo è formato da Marta Sausa, Gianni Parodi, Gianluca Cavallini, NicolaToscano, Pietro Sinigaglia e nella fase iniziale con la presenza di Federico Giangrandi.

Iniziano a suonare nello scantinato della Chiesa Battista in via Milano orientandosi verso un post-punk e new wave  contaminato da sonorità mediterranee e jazzistiche.

Leggi il resto di questo articolo »

Vita Postuma

VITA POSTUMA
La band nascimage004e da una formazione precedente formata da Elio Caredda (batteria), Riccardo Malatesta (basso) e Franco Tasselli (chitarra solista) denominata HORROR DREAM, con l’inserimento di Riccardo Bruni all’organo nell’estate del 1970. L’esordio avviene in uno dei vari concorsi per complessi molto frequenti in quegli anni; il gruppo si classifica ai primi posti e viene chiamato per un provino alla Fonit Cetra, ma il rock eseguito dalla band non interessa ai discografici della società. Leggi il resto di questo articolo »

The Manges

THE MANGES

I Manges si sono formati nel 1993 alla Spezia, Italia.
Suonano punk rock, ascoltano i Ramones, cominciano le canzoni urlando one-two-three-four, vestono tutti una divisa con maglie a strisce orizzontali, chiodo di pelle, jeans e sneakers. Grazie all’unicità della propria ironia, alle canzoni infarcite di citazioni di cinema, guerra e cultura rock, all’approccio di basso profilo e alta determinazione, alla coerenza interpretata fino a diventare parte della propria estetica, i Manges possono vantare un piccolo seguito di grandi appassionati in tutto il mondo. Leggi il resto di questo articolo »

Biso, Giuseppe (Beppe)

Giuseppe Biso detto Beppe (1913-1996), nato il 16 dicembre 1913 a Cerri di Arcola (SP), inizia precocemente la sua carriera come pianista e fisarmonicista, debuttando a 14 anni con Erminio Macario al Teatro Civico; nel 1937 fonda l’orchestra che prende il suo nome, e alla quale nel corso degli anni aderiranno i più importanti musicisti spezzini, raccogliendo consensi in Italia e anche in Svizzera. Collabora con artisti importanti come Flo Sandos, Miranda Martino, Mina e Natalino Otto, interprete di una sua apprezzata composizione dal titolo “Mia”. Leggi il resto di questo articolo »

La Scaletta – locale

10246579_729223053789776_2672629617136240135_nLa Scaletta  apre nel 1994; era, ed è,un circolo Arci. In origine ritrovo anche di anziani , ora è spazio che ospita concerti settimanali prevalentemente, ma non solo, legati e vicini alla musica punk, rock e derivati.
Da quel substrato culturale sono nati diversi gruppi; quelli con maggior successo nazionale e internazionale sono The Peawees e i Manges, ancora attivi tuttora. Leggi il resto di questo articolo »

Landi, Beppe

Beppe Landi, pianista e tastierista nato a Lerici (SP) nel 1930, ha iniziato il pianoforte da autodidatta, compiendo poi gli studi al Conservatorio “A. Boito” di Parma, con le lezioni di armonia di Paolo Cavazzini. Inizia giovanissimo la sua carriera, suonando con jazzisti noti a livello nazionale e internazionale, collaborando con nomi quali Lino Patruno, Joe Venuti, Tony Scott, Cecily Ford, Franco Cerri, Aldo Zunino, Gil Cuppini e molti altri; a Milano collabora con la Milan College Jazz Society di Lino Patruno.

Leggi il resto di questo articolo »

Tandarandan

Tandarandan nasce nel 1997 a seguito della ricerca svolta da Mauro Manicardi sulle tradizioni musicali dell’area lunigianese e spezina. Questo lavoro, iniziato nei primi anni ’90, rappresenta per il territorio una ripresa dell’interesse verso la musica tradizionale locale e soprattutto rimette in movimento musicisti, gruppi di danza, contatti tra quanti operano nel settore. Nel 1998 il gruppo produce il CD che contiene gran parte della ricerca, presentando il materiale raccolto con propri arrangiamenti e avvalendosi delle preziose indicazioni di Edward Neill, l’etnomusicologo genovese che diventerà amico e guida artistica di Tandarandan.

Leggi il resto di questo articolo »

Lacagnina, Oliviero

Compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, è nato alla Spezia. Sue composizioni ed arrangiamenti sono state presentate in vari paesi europei ed extra europei tra cui: U.S.A., Brasile, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Giappone, Slovenia, Russia, Germania, Romania, Olanda, Croazia, oltre ad esecuzioni da parte di varie orchestre italiane tra cui “Orchestra Sinfonica dell’Arena di Verona”, “Orchestra Sinfonica Siciliana”, “Solisti di Fiesole”, “A. Modigliani” e “C. Schumann” (Livorno), Leggi il resto di questo articolo »

Unione Corale La Spezia

L’Unione Corale La Spezia è un coro attivo alla Spezia dal 1919. È la più antica istituzione musicale cittadina ed ha avuto nel tempo diversi importanti direttori fra cui i maestri Gabriella Rossi, Mario Fiorentini, Loris Gavarini, Enrico Salines, Domenico Cortopassi, Oliviero Lacagnina, Stefano Federici. Dal 2011 è diretta da Sergio Chierici, che fu pianista e organista della Corale negli anni ’80. Il repertorio spazia dalla musica polifonica classica – sia sacra che profana – all’opera lirica, riservando particolare attenzione alla musica religiosa. Leggi il resto di questo articolo »

Original Sprugolean Jazz Band

La Original Sprugolean Jazz Band nasce con il Festival del Jazz della Spezia, organizzato dal 1969 a Villa Marigola dagli Amici del Jazz. Il gruppo, già “pensato” dagli anni ’50, intende ricreare l’atmosfera del Jazz di New Orleans; tra i primi musicisti sono presenti, ad esempio, Nino Salinas, Nanni Vanni, Luigino De Marco, Gaetano Speranza, Piero Formentini e, tra tutti, le “colonne” Dario Bevilacqua, Giorgio Mori e Tiberio Nicola. Leggi il resto di questo articolo »

Rosi Silvio

Silvio Rosi, nato a Fivizzano nel 1955, si è dedicato dapprima alla musica popolare italiana e straniera, ad esempio come animatore del gruppo “I cantari del Vio Daré”, alla metà degli anni ’70) e in seguito, alla musica brasiliana e al jazz, per giungere infine allo studio della chitarra classica e degli strumenti a corda antichi. Quale compositore e interprete di canzoni ha vinto le edizioni IV e V del Premio nazionale “Città di Recanati – Nuove tendenze della canzone d’autore”, con pubblicazione dei relativi CD per l’etichetta BMG Ariola.

Leggi il resto di questo articolo »

Monday Big Band

La Monday Big Band è un gruppo musicale spezzino costituitosi nei primi anni ’90 composto da 16 elementi divisi in quattro sezioni diretti dal maestro Umberto Marsilla. Il repertorio comprende autori classici per Big Band come Glenn Miller, Benny Goodman, Duke Ellington, ma anche autori contemporanei quali Chuck Mangione, Weather Report, Chick Corea. Fanno capo al primo gruppo composizioni come “Moonlight serenade”, “In the mood”, “Take the A-train”; al secondo, composizioni come “Feels so good”, “Birdland”, “Pink panther”, “Elektric city”.
La Band ha inoltre esteso il suo repertorio a ritmi sudamericani quali “salsa”, “samba”, “bossa nova” e così via. Leggi il resto di questo articolo »

Le Ombre

Le Ombre è un gruppo nato alla Spezia nel 1963 di genere genere beat e “Piper”; questa la prima formazione: Roberto Bonati basso/ritmica; Fulvio Dodero batteria; Paolo Cavozza chitarra; Renzo Campioni basso (per una breve collaborazione Pietro Forlani); Luciano Codeglia (Mosè) organo. Dal 1966 al 1970 arrivano Delio Mumeni alla batteria e Angelo Cola alla chitarra; hanno collaborato con Le Ombre anche Paolo Cozzani alla batteria e Adolfo Giampaoli al basso. Il gruppo ha inciso un 45 giri nel 1967, comprendente i brani “A noi piace così” e “Avrai”.

Leggi il resto di questo articolo »

The Guitar Men

image001Formazione del beat ligure di La Spezia, i “The Guitar Men” nascono con questo nome nel 1963: la formazione è Luigi Leone, chitarra solista; Cecco Paci, chitarra; Andrea De Martino, basso; Sergio Beverini, batteria. Si esibiscono in alcuni concerti, e incidono per l’etichetta Fonorama il 45 giri “Caro come te” e “Pipeline”, con Luana Rossi voce solista. Nel 1965 entrambi l’ingaggio nel locale riminese Wisky Juke Box e la pubblicazione di un secondo 45 giri con due canzoni originali (L’isola delle vergini / Insieme al mare, J.B. 1966).

Leggi il resto di questo articolo »

Fall Out

I Fall Out, conosciuti anche come Fallout, sono un gruppo hardcore punk italiano nato alla Spezia nel 1979. Dopo il periodo del debutto, la prima formazione stabile fu costituita dal cantante del gruppo, Renzo “Benzo” Daveti, da Beppe al basso e dal romano Giampus alla batteria. Nel 1982 incidono il loro primo EP autoprodotto dal titolo omonimo, della durata di 7″ con brani in italiano e in inglese. Iniziò un tour italiano, con la partecipazione anche al Festival L’Offensiva di primavera, una tre giorni di musica presso il Virus di Milano. Nel 1985 fu pubblicato su cassetta il secondo album autoprodotto, “Insurrezione”, mentre il primo LP edito da Cobra Records, “Mondo criminale”, è datato 1988.

Leggi il resto di questo articolo »

The Nuts

The Nuts è una band spezzina di musica rock-blues nata nel 1983 e fondata da Stefano Bardò e Mario Bucceri, che già avevano suonato insieme nel gruppo Blues Engine; a loro si unirono Agostino Morvillo al basso e Paolo Falchi alla batteria. Il nome “Nuts”, che letteralmente significa “noccioline”, fu scelto anche perché in slang inglese sta per “teste calde”, “bulloni”, “gente da manicomio”, e letto al contrario diventa stun, che in inglese significa “stordire”. Dopo la produzione di un demo tampe e le prime esperienze dal vivo, anche all’estero, registrarono nel 1986 l’album “The Ups & Downs Of A Nice Little Bugger” presso i TBM Studios di Castelfranco Emilia, che ricevette ottime recensioni dalle testate musicali dell’epoca.

Leggi il resto di questo articolo »

Mangiacavalli Livio

Livio Mangiacavalli ha dedicato una vita alla musica, suonando in giro per l’Europa e conoscendo personalità come Merlene Dietrich, Burt Bacharach, Ava Gardner o Rita Haiworth con il nome d’arte Liviero, e con una delle orchestre più famose degli anni ’50, soprattutto nei paesi scandinavi. Il nome d’arte fu suggerito proprio dalla tournée in Svezia, dove risultava difficile pronunciare il suo cognome. Subito dopo la guerra, iniziò gli studi di violino con Levi Paladino e Vincenzo Ferraro, ma studiò anche il pianoforte, suo strumento prediletto, con Raul Martucci.

Leggi il resto di questo articolo »

The Magicals

Giorgio Drovandi – Mauro Isoppo dal Duo Alba al complesso The Magicals
Anno 1946, la guerra era finita da poco, ed i segni dell’infausto evento erano ancora molto evidenti in città. Ma soprattutto quello che appariva evidente era un gran “vuoto” ed una mancanza di vera gioia specie nei giovani, quella gioia che è parte integrante della vita stessa e della giovane età.
La guerra li aveva privati degli anni migliori, come riscattarli? Leggi il resto di questo articolo »

I Volti


Sarzana, 1966. “Eravamo quattro ragazzi nati tra il 1948 ed il 1951 e, appena liberi dagli impegni scolastici, ci incontravamo per strimpellare chitarre e tamburi tentando di emulare i gruppi musicali del tempo, anzi i “complessi” come venivano chiamati allora, all’ultimo piano di un appartamento sito nel palazzo prospiciente Piazza Matteotti, all’angolo con Via Mazzini.”
Nascono così i “I VOLTI” con Gianni Morachioli alla batteria, Piero Bagnone al basso, Gianni Giappichini alla chitarra solista e Claudio Torlai alla chitarra ritmica. Leggi il resto di questo articolo »

Banda Musicale G.Puccini

image009La Banda musicale “G. Puccini” di Migliarina è un patrimonio da salvaguardare.
Nata agli inizi del XX secolo cone “Santa Cecilia” e mutato il nome nel dopoguerra 1940/45, ha accompagnato da oltre un secolo le vicende piccole e grandi della nostra comunità migliarinese e spezzina verace, caratterizzata da momenti brillanti seguiti a gravi crisi. Per questo ed altri motivi la sua esistenza difficile è vincolata dall’impegno settimanale dei musicanti, a quello dei dirigenti, all’aiuto morale e materiale della popolazione. Leggi il resto di questo articolo »

Lancelot

I Lancelot sono un gruppo nato alla Spezia nei primi anni ’80: cinque ragazzi che ancora non avevano compiuto 30 anni, appassionati di musica “celtica”, eseguivano brani irlandesi, scozzesi, bretoni, italiani, con un suono del tutto personale, rigorosamente acustico, alla ricerca di melodie perdute, affidato a strumenti come il violino, l’arpa, il cittern, la ghironda e la cornamusa. Negli anni ‘90 il gruppo sviluppa l’interesse verso la musica tradizionale locale e nascono contatti e collaborazioni fra musicisti, gruppi di danza, e tutti coloro che, a livello nazionale ed europeo, operano nel settore della musica popolare.

Leggi il resto di questo articolo »

The Cavern Men

The Cavern Men è un gruppo fondato nel 1965, e attivo fino al 1973. I componenti del gruppo nei primi due anni di attività (1965-1967) erano: Luciano De Facendis (chitarra ritmica – cantante solista) – Claudio Lopresti (chitarra solista) – Roberto Ranieri (chitarra basso) – Luciano Puccetti (batteria). Successivamente si costituì la formazione definitiva (1967-1973): Luciano De Facendis (Lucianino – chitarra basso e ritmica – cantante solista) – Claudio Lopresti (chitarra solista) – Gino Angeloni (tastiere) – Luciano Puccetti (batteria)

Leggi il resto di questo articolo »

Chierici, Sergio

Sergio Chierici nasce a Migliarina (La Spezia) nel 1966. Fin da tenera età si appassiona alla musica, alla quale si avvicina grazie a suo padre, già sassofonista del gruppo “I Jolly”, per poi iniziare, durante le scuole elementari studi pianistici classici con l’insegnante francese Anik Mattana. A 12 anni partecipa alla prima sessione di esami realizzati alla Spezia per il locale conservatorio, venendo ammesso alla classe di pianoforte di Maria Teresa Levati, e quindi di Adriana Albertini, con la quale ottiene brillantemente il diploma nel 1988. Si iscrive parallelamente nella classe di Organo e Composizione organistica di Mario Verdicchio, conseguendo il diploma nel 1992. Leggi il resto di questo articolo »

I Jolly

I Jolly sono un quintetto spezzino attivo tra la fine degli anni ’50 e la prima metà degli anni ’60: Edo Massa, basso e voce; Attilio Farina, piano; Alessandro Toschi, chitarra; Giorgio Chierici, sax; Giancarlo Pitasi, batteria. La modernità e la simpatia erano alla base della grande popolarità, che li vide protagonisti nei principali locali della Spezia e della Versilia, soprattutto con l’esecuzione del repertorio di Peppino di Capri e del suo gruppo.

Leggi il resto di questo articolo »

Banda Musicale Concerto Civico “G. Verdi“

La Banda Musicale Concerto Civico “G. Verdi“ di La Spezia fu fondata nell’anno 1878. Le prime prove furono fatte in una zona denominata il Poggio dove il Comune forniva il petrolio per l’illuminazione della sala prove. Nello stesso periodo esisteva anche un altro complesso bandistico denominato Filarmonica “G. Verdi” ed attivo sempre in La Spezia. Leggi il resto di questo articolo »

Montanelli Marco

Marco Montanelli è nato alla Spezia. Ha studiato pianoforte nella sua città con Raul Martucci e successivamente a Pisa con Gianpiero Semeraro, diplomandosi nel 1984 presso l’Ist. Mus. Par. P. Mascagni di Livorno. Si è quindi dedicato alla musica antica, intraprendendo lo studio del clavicembalo sotto la guida di Barbara Petrucci presso il Conservatorio G. Puccini della Spezia e diplomandosi con il massimo dei voti nel 1994. Nel 1997 ha poi conseguito la laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (DAMS) presso l’Università degli Studi di Bologna, discutendo una tesi in organologia dal titolo Gli strumenti musicali della collezione Bononi – Castiglione del Terziere (MS), ottenendo il massimo dei voti e la lode. Leggi il resto di questo articolo »

Il Convitto Armonico

Il Convitto Armonico è un gruppo vocale operante nel campo della musica antica; è composto da cantori formatisi nei migliori conservatori italiani, in possesso di significative esperienze vocali e musicali maturate in qualità di solisti o di membri di gruppi vocali e strumentali di musica antica. Fondato nel 1990 dai suoi attuali direttori, Stefano Buschini (direttore musicale) e Marco Montanelli (direttore artistico), il coro canta prevalentemente musica sacra e profana rinascimentale a cappella, ma ha inoltre affrontato anche il repertorio romantico e contemporaneo e ha fatto esperienze di musica concertata o con orchestra: alcuni Coronation Anthems e Chandom Anthems di G. F. Handel e alcuni Anthems di H. Purcell (2009); Messe de Minuit di M. A. Charpentier (2004) con l’Orchestra barocca ‘G.B. Tiepolo’ del Friuli Venezia Giulia; Gloria e Magnificat di A. Vivaldi (2000).

Leggi il resto di questo articolo »

Formentini Piero

“Mio fratello trovò nei campi vicini a casa una tromba militare e un pistone. Io ragazzino fui incuriosito da questo strumento musicale e iniziai a soffiarvi dentro…”
Piero Formentini inizia a suonare in una Scuola di Musica presso l’oratorio Salesiano di via Roma.
Con la nuova tromba a tre pistoni acquistata presso i “fratelli Valbusa” in via Prione, continua gli studi con Sergio Canalini per entrare tredicenne nella banda dell’Acli presso la Canonica di Piazza Brin. Leggi il resto di questo articolo »

Banda Dipartimentale MM dell’Alto Tirreno

Nell’anno 1860 con l’unione delle Marine del Regno Sardo Piemontese e del Regno delle due Sicilie, nasceva la Regia Marina Italiana e con essa il primo complesso bandistico. Si trattava di un piccolo organico imbarcato sulla nave ammiraglia della squadra navale ed era costituito da esecutori provenienti in prevalenza dalle fila della Marina Borbonica, compreso il suo primo direttore. Leggi il resto di questo articolo »

L’EsaEnsemble

L’esaensemble…gioco di parole che richiama per assonanza l’essere insieme in pluralità, quel crocicchio dove possono verificarsi nuovi incontri e sperimentazioni permeati da senso di comunione.
Il gruppo, fondato e diretto dal 1996 da Sergio Chierici, nasce come sestetto vocale femminile con l’intento di proporre repertori poco esplorati cercando di studiarne la totalità degli aspetti e darne una personale lettura stilistica. Dopo una prima fase puramente vocale ed esplorativa di epoche diverse, si specializza in repertori sacri e profani, medievali e rinascimentali.

Leggi il resto di questo articolo »

Baschenis Ensemble La Spezia

Ricordando con il proprio nome il grande pittore secentesco Evaristo Baschenis, celebre per le splendide nature morte a soggetto musicale che rappresentano anche graficamente il gusto per la varietà timbrica dell’epoca protobarocca, Baschenis Ensemble – La Spezia si propone lo studio, l’approfondimento e l’esecuzione del repertorio del primo Seicento, segnatamente italiano ma anche europeo in genere, sia esso di genere profano che sacro. Fondamentale, per Baschenis Ensemble, la riscoperta di antiche e splendide musiche spesso oggi dimenticate, proposte accanto a più noti capolavori del passato.

Leggi il resto di questo articolo »

The boys

Il gruppo The Boys si forma nel 1963 con la seguente formazione: Paolo Carini alla chitarra ritmica; Angelo Cola alla chitarra solista; Giancarlo al basso; Pino alla batteria. Il gruppo si esibisce al “Cantarana” di Sesta Godano, e partecipa alla Spezia partecipando ad un concorso all’”Ombrosa”, e vincendo, con l’apporto di Luciano Resta, la possibilità di registrare un disco a Milano.

Leggi il resto di questo articolo »

Alta Marea

Alta Marea è un gruppo spezzino di musica da ballo e da sala. La formazione dal 1995 al 2000 è così composta: Roberto Bonati basso/canto; Sandro Superno tastiere; Paolo Carini chitarra; Enrico Lombardi batteria; Manuele Brizzi fisarmonica; … Sacco sax.  Alta Marea è un gruppo ancora attivo, che dal 2000 ad oggi ha la seguente formazione: Roberto Bonati basso/canto; Sandro Superno tastiere, Paolo Carini chitarra; Enrico Lombardi batteria; Belvio D’Antoni violino/sax (occasionale). Leggi il resto di questo articolo »

Orchestra Colosseo

Dal 1982 al 1990 il gruppo spezzino Orchestra Colosseo è attivo nel settore della musica internazionale, per sale da ballo, night club e casinò. Questi i componenti del gruppo: Rudi Peroni piano; Roberto Bonati basso/canto; Eugenio Cantile chitarra; Furio Cantini batteria (sostituito poi da Dario Carli); Tullio Pernis sax/flauto

Leggi il resto di questo articolo »

Flavia Band

Flavia Band è un gruppo attivo dal 1974, specializzato in musica internazionale eseguita nelle navi da crociera. Questa la formazione fino al 1978: Loris Manfredi piano; Roberto Bonati basso e canto; Enrico Lombardi batteria; Paolo Barbieri sax. Dal 1978 al 1982 il gruppo era invece formato da Rudi Peroni piano; Roberto Bonati canto; Alberto Santarelli basso; Umberto Marsilla tastiera; Enrico Lombardi batteria/sax; Furio Cantini percussioni; Paolo Barbieri sax; Roberto Temporiti chitarra.

Leggi il resto di questo articolo »

H2SO4

Era l’anno 1967 e, durante una lezione di Chimica al Liceo Scientifico di Sarzana, Claudio e Roberto scelgono il nome del loro Gruppo Musicale : Gli H2SO4La formazione: Batteria e Voce – Claudio Bertagna, classe 1948, di Ressora; Chitarra e Voce – Roberto Sbrana classe 1950 di Sarzana; Tastiere e Voce – Roberto Giarelli classe 1953 di Ressora; Basso e Cori – Gianni Coccoloni classe 1947 di Sarzana. Prima le feste private nelle case degli amici, con genitori tolleranti. Poi, le feste studentesche, all’Alhambra, Al DeBiRos, al Cucciolo. Leggi il resto di questo articolo »

Poiani, Luciano

Luciano Poiani, nato a Pola nel 1929, fin da bambino si appassiona alla musica ma riesce a realizzare il suo sogno soltanto al ritorno dal servizio militare. Arrivato alla Spezia nel 1951, comincia a studiare sotto la guida del chitarrista Giulio Agresti. Esordisce con il M° Guatelli e, sei mesi più tardi, passa con l’orchestra Rossi che suona al “Colombo” di San Terenzo. Leggi il resto di questo articolo »

The Peawees

I Peawees nascono alla Spezia nel 1995. La band è inizialmente composta da: Hervé Peroncini (Voce, Chitarra), Riccardo La Lomia (Basso) e Livio Montarese (Batteria). Tutti i componenti provengono da altre bands spezzine (Manges e Nukes). Nello stesso anno realizzano il loro primo album “Where People Smile” su Panic Records/Helter Skelter. Nel 1998 con l’aggiunta di un altro chitarrista (Stefano Zappelli) registrano il loro secondo album “This is Rock’n’Roll” che viene pubblicato in Italia da Fridge e in America dalla Motherbox Records (New York).

Leggi il resto di questo articolo »

I Ragazzi di Migliarina

I Ragazzi di Migliarina nascono nel 1969 come complesso musicale di ragazzi, e un repertorio di canzoni popolari, all’interno di una struttura associativa che comprende anche scuola di musica e varie iniziative culturali e ricreative. Fondati da Gabriele Castellani, ricevono nel tempo il supporto di altri musicisti e studiosi delle tradizioni spezzine, tra i quali Eugenio Giovando che per il gruppo scrive numerosi brani -come la nota “O Bèla Spèsa”.

Leggi il resto di questo articolo »

Musicisti
Gruppi
Periodi